Scegli la lingua: | en |
Caciocavallo palermitano fresco ordinalo subito
Prova le nostre specialità casearie
NOME ARTICOLO: Caciocavallo palermitano fresco
INGREDIENTI: latte vaccino pastorizzato, caglio, fermenti, sale
PEZZATURA: Kg. 1 - 9 - 12
VALORI NUTRIZIONALI: Parte edibile: 100 g
Kcal: 439
Proteine animali: 37 g
Proteine vegetali: 0 g
Carboidrati: 2,1 g
Grassi: 31,1 g
Fibre: 0,3 g
Ferro: 860 mg
Calcio: 860 mg
Vitamina C: 0 mg

Ricetta consigliata per questo prodotto:

"Sfincionello Palermitano"

INGREDIENTI: (per 12 persone)
500 gr. di farina rimacinata (di grano duro)
500 gr. di farina 0 (ancora meglio farina manitoba)
1/2 litro di acqua tiepida
20 gr. lievito di birra
1 cucchiaio di zucchero
1/2 bicchiere d'olio
20 gr. di sale
500 gr. di pomodoro pelato a pezzettoni
6 sarde salate (sciacquate dal sale oppure sarde sott'olio)
300 gr. caciocavallo fresco (da mangiare)
300 gr. caciocavallo semistagionato grattugiato a filetti
Sale q.b
Origano fresco
2 mazzetti di cipolla scalogno

PREPARAZIONE: Procedimento per la pasta:

Mettere le farine setacciate sulla spianatoia e aggiungere il lievito sminuzzato a pezzettini con lo zucchero.
Aggiungere poca acqua tiepida, impastando con i pugni, finchè il composto risulti abbastanza compatto. A questo punto cominciare ad aggiungere piccole dosi di sale sulla spianatoia assieme a poca acqua tiepida. Impastare, sempre con i pugni, aggiungendo poco per volta l'olio e rigirare la pasta su stessa fin quando non si ottiene un impasto morbido, elastico e ben amalgamato. A questo punto si noteranno le bollicine di lievitazione. Porre l'impasto in una ciotola oliata, tagliare la superficie con due tagli incrociati ricoprire la ciotola con pellicola, metterlo in un luogo tiepido coperto con un panno di lana e lasciarlo lievitare per due ore (deve raddoppiare il volume).
Subito dopo aver riposto il composto a lievitare, preriscaldare il forno a 250/300 gradi.

Procedimento per il condimento:

Mettere i pelati in una ciotola e condirli con sale, pepe, cipolla (se usate la cipolla scalogna tagliarla a filetti, se invece usate un altro tipo di cipolla tagliarla sottilissima e metterla a bagno, per circa venti minuti, con acqua e sale, quindi strizzarla e unirla ai pelati), olio abbondante, origano e, se volete, due cucchiaini di zucchero per togliere l'acidità del pomodoro.
Oliare la teglia, spolverarla di pangrattato, stendervi la pasta (deve essere circa un centimetro d'altezza). Cospargervi sopra le sarde salate a pezzettini, il caciocavallo fresco tagliato a quadrotti (dallo spessore di circa 0,5 cm). Con un mestolo ricoprire lo sfincione con il condimento preparato precedentemente. Spolverare con il caciocavallo grattugiato e infine con il pangrattato. Pressare leggermente con un cucchiaio in modo che il pangrattato assorba l'umido del condimento (e quindi non si bruci). Irrorare con un filo d'olio e lasciare lievitare per almeno 1/2 ora, quindi infornare per circa venti minuti controllando le fasi di cottura. Servire caldo spolverando con origano fresco. È buonissimo anche tiepido o freddo.
Sfincionello Palermitano
Note legali - Privacy policy
Il Caciocavallo soc. coop.- Sede legale: via Roma, 6 - 90030 Altofonte (Palermo)
Stabilimento: C.da Santa Caterina snc - 90031 Belmonte Mezzagno (Palermo) - P.Iva 06 54 96 00 820
Tel./Fax 091 8729255 - ilcaciosiciliano@libero.it - info@ilcaciosiciliano.it
Powered by Francesco Salamone